FESTIVAL MUSICA IN PROSSIMITÀ
18 e 19 giugno
2 e 3 luglio 2021 
PINEROLO (TO) 10064

Venerdì 18 giugno

Circolo Sociale, Via del Duomo 1, h 20.00 - WELCOMING CONCERT
 

musiche di Beat Furrer String Quartet n. 1

 

Una costante e instancabile ricerca sul suono è l’aspetto che contraddistingue meglio il percorso del Quartetto Maurice fin dalla sua fondazione nel 2002. Dopo aver approfondito l’ambito classico, che garantisce un meticoloso approccio alla partitura e un'estrema cura del dettaglio alle esecuzioni, il Quartetto manifesta l’esigenza di porre in primo piano nel proprio repertorio la musica dei secoli XX e XXI, esplorando ogni tipo di linguaggio contemporaneo.

Venerdì 18 giugno - Teatro Del Lavoro, via Chiappero 12 - h 21.00

Audrey Chen (Usa) – voce, elettronica

Julien Desprez (France) – chitarra elettrica
Lukas König (Austria) – batteria, sintetizzatore

 

Il gruppo è formato da musicisti impegnati in percorsi di ricerca e sperimentazione negli ambiti delle nuove tecnologie analogiche e digitali e delle performance mixmediali, in cui batteria, chitarra elettrica, elettronica e voce si fondono in una sintesi dalla
difficile etichetta.


 

Sabato 19 giugno

 
 
Notte tra il 18 e il 19 giugno – da mezzanotte alle 3 – Teatro del Lavoro, via Chiappero 12, Pinerolo
WORKSHOP L’INCONSCIO IN PROSSIMITÀ
“L'inconscio in prossimità” è un workshop a cura della psicologa e psicoterapeuta Silvia Tedone (Torino), pensato per aiutare i giovani compositori nel processo creativo. Le attività proposte hanno come obiettivo l'esplorazione di aspetti del Sé legati all'atto del comporre e dell'inconscio attraverso strumenti psicologici proiettivi e pratiche di ascolto del corpo (mindfulness, roleplaying).
Il workshop ha una durata di 3 ore e viene svolto in notturna per permettere ai partecipanti un auto-ascolto più profondo e diverso da quello diurno. Tutte le attività sono guidate e i partecipanti vengono singolarmente seguiti dal professionista per un lavoro in sicurezza. Per questo primo esperimento, l’ingresso è riservato a 6 utenti.

    Application (only italian language)

  • il workshop è rivolto agli allievi di composizione

  • il workshop si svolgerà in italiano

  • costo di iscrizione 10 euro

  • per partecipare scrivere a: metamorfosinotturne@gmail.com

  • scadenza iscrizioni: 6 giugno

  • in caso di molte iscrizioni il workshop verrà replicato la notte del 2 luglio

Sabato19 giugno h 19.00 - Teatro Del Lavoro, via Chiappero 12
music by
Nicolas Collins: Pea Soup
Fernando Garnero: Campo Amniotico (world premiere), piano, piano, piano, piano (world premiere) Trans Études#1 (italian Premiere) Practical guide to holes (world premiere)

Santiago Diez-Fischer borrando el dia con sus manos (world premiere) El fondo del agua (italian premiere)

Keiko Murakami, flute - Philippe Koerper, saxophone (France)
....nuova musica, ricerca continua, emozione, suono, spazio, incontro tra brani, pubblico e musicisti ...
L'Imaginaire è un ensemble di musica da camera contemporanea il cui approccio alla musica viene costantemente rinnovato attraverso concerti innovativi, commissionando nuove opere e progetti pedagogici. La massima qualità artistica e la trasmissione di emozioni musicali sono al centro di tutte le loro attività.
«Un viaggio in una terra musicale che non esiste, un'esplorazione di suoni, un'utopia creativa, questo è ciò che questi musicisti hanno proposto in modo altamente sofisticato e intelligente» (Dernières Nouvelles d'Alsace, 2012)







 
imaginaire.jpg
Sabato19 giugno h 21.00 - Chiesa San Giuseppe - Sala Italo Tajo, via San Giuseppe
 

musiche di Karlheinz Stockhausen "STIMMUNG" (1968) per sei cantanti e sei microfoni.


Nel 2008, quattro cantanti si sono uniti per creare l'ensemble SoloVoices, che si concentra sulla musica contemporanea. Tutti e quattro i musicisti hanno un'affinità e una vasta esperienza con la musica contemporanea. SoloVoices esegue letteratura avanzata e anteprime mondiali di opere per voci soliste, incorporando strumenti, media visivi, concetti scenici, elettronica e confrontandosi con la musica vocale più recente. SoloVoices sviluppa i propri progetti, collabora con compositori e commissiona composizioni. In collaborazione con l'Institute for Computer Music and Sound Technology ICST dell'Università delle arti di Zurigo (ZHdK) e il professor Germán Toro-Pérez, SoloVoices si dedica alla rinascita di opere per voce ed elettronica composte tra il 1980 e il 2000.

Stimmung è un’opera di Karlheinz Stockhausen per sei cantanti e altrettanti microfoni, composta nel 1968 per il Collegium Vocale Köln. L’opera ha una durata complessiva di 74 minuti ed è basata principalmente sulla produzione di armonici vocali e sulla graduale trasformazione e assimilazione di modelli ritmici. La particolarità del lavoro è l’uso degli armonici vocali come elementi compositivi primari: si tratta di una delle prime composizioni occidentali in cui è impiegato questo materiale sonoro in modo programmatico. L’organizzazione delle linee vocali risponde a criteri tonali, ma i suoni sono organizzati secondo una tecnica seriale.

Venerdì 2 luglio

Teatro del Lavoro, via Chiappero 12, h 19.00
music by Claudio Panariello (Italy - Sweden), "On the possibility of cultivating shadows" per quartetto d’archi e 4 feedback cones (Prima assolut
Lea Bertucci (United States), “Vapuors” per quartetto d'archi ed elettronica (Prima assoluta).

Claudio Panariello
Nato a Napoli nel 1989, ha studiato Composizione, Musica Elettronica e Pianoforte. Si è inoltre laureato in Fisica presso l'Università degli Studi di Pisa. Ha frequentato masterclass e corsi con a.o. F. Filidei, M. Lanza, R. Cendo, O. Bianchi, C. Czernowin, S. Steen-Andersen, Y. Maresz, S. Movio.
La sua musica è stata eseguita da Divertimento Ensemble, Ensemble SuonoGiallo, mdi ensemble, Neue Vocalsolisten Stuttgart, Ensemble Mise-En, Ensemble United Instruments of Lucilin, ecc. E in festival come “Mise-En Music Festival "a New York, “Rondo "e  “Sound of Wander" a Milano, “Festival delle Nazioni "a Città di Castello, “Casa del Quartetto - Fondazione I Teatri" a Reggio Emilia, “Risuo- nanze "a Udine, ecc.
Ha lavorato anche in installazioni sonore nel campo con “Fewy ", esposta nella Sala Sol LeWitt del Museo Madre (NA) durante il progetto Electromadre, e “Studio in tre fasi", installazione sonora site specic, presentata in anteprima al Goethe Institut di Roma. Attualmente è uno studente di dottorato in Sound and Music Computing presso il KTH Royal Institute of Technology di Stoccolma, concentrando la sua ricerca sui sistemi adattivi musicali.

Lea Bertucci è una compositrice, performer e sound designer il cui lavoro descrive le relazioni tra fenomeni acustici e risonanza biologica. Oltre alla sua pratica con strumenti a fiato, incorpora pannelli di altoparlanti multicanale, feedback elettroacustico, tecnica strumentale estesa e collage di nastri. Negli ultimi anni, i suoi progetti si sono espansi verso indagini sonore site-responsive e site-specific dell'architettura. Profondamente sperimentale, il suo lavoro non ha paura di sovvertire le aspettative musicali.

Venerdì 2 luglio h 21.00 - Teatro del Lavoro

music by  G. Aperghis 6 recitation for solo voice
Kurt Schwitters - Ursonate (1932) for solo voice (estratto)
Nata nel 1963, Bénédicte Davin è una cantante, comica e artista visiva. Sviluppa un interesse per la musica contemporanea (Cage, Berio, Aperghis ....) durante i suoi studi con Garett List, Michel Massot e Jean-Pierre Peuvion al Conservatorio Reale di Liège. Dopo aver scoperto l'Ur Sonate di Kurt Schwitters e le opere dei Letteristi, esegue le sue prime composizioni, un mix di "soundzephonems" (sonzéphonèmes) ed elementi vocali. Da diversi anni collabora per i suoi progetti con Jean Fürst, Paul Van Mulder, Alain Wathieu e Sylvie Cavacciuti.

Sabato 3 luglio

h 18.00 Lounge Teatro, via Chiappero 12 // talk with Claudio Panariello
h19.00 Lounge Teatro, via Chiappero 12 // talk with Lea Bertucci
Sabato 3 luglio - Teatro del Lavoro, via Chiappero 12 - h 21.00

Voce ed elettronica.

La capacità di scavare un po’ più a fondo è insita nel processo creativo di Dalt grazie al suo background di ingegnere geotecnico. Colombiana ed ora residente a Berlino, Dalt cerca spesso ispirazione nei mondi della narrativa, della poesia, della geologia e del desiderio. A volte, questo impulso esplorativo emerge come un richiamo introspettivo e un esperimento di risposta al suo materiale originale, proponendo nuove prospettive sulle idee radicate nella mitologia colombiana e nel cinema tedesco della New Wave. I progetti concettuali di Dalt sono intimi e intricati, emergono come cianotipi proiettati al sole. Intorno a queste strutture modella il suo suono, usando strumentazione analogica, una vasta gamma di sintetizzatori e il bagliore elaborato della sua voce.

“LA FORMA DEL SUONO

Casa Lajolo, Piossasco (TO), 16 Maggio h 11.00/17.00

Il workshop promosso dall’Associazione Metamorfosi Notturne nell’ambito del Festival Musica in Prossimità 2021 vuole essere l’inizio di un percorso formativo specifico nel settore della musica contemporanea.

La giornata si rivolge ad un numero di circa 10 ragazzi, iscritti all’Istituto Corelli di Pinerolo, nel target di età 13-17 anni, che presentano curiosità verso il mondo sonoro contemporaneo, pur non avendo alcuna competenza specifica, né percorso di studi già avviato in tal senso.

 

Lo spirito del workshop è proprio quello di fornire un primo approccio molto operativo e di sperimentare delle vere e proprie esperienze sensoriali dal punto di vista dell’ascolto elettroacustico, diffuso nell’area all’aperto di Casa Lajolo.

 

Argomento base del workshop sarà infatti la forma del suono e la manipolazione dell’onda sonora. La giornata, suddivisa in due momenti da una breve pausa pranzo, sarà condotta da alcuni studenti del Conservatorio iscritti alla SMET (Scuola di Musica Elettronica di Torino) e garantirà alcuni crediti formativi utili al loro percorso di studi.

Per le iscrizioni scrivere a segreteria@istitutocorellipinerolo.it

With the friendly support of

siemens logo.jpg
2019_Logo_CASA_LAJOLO_vett-01.jpeg
logo_wbi_noir_haute_resolution.png
con il Patrocinio della
mailandbig.jpg
logo medio.jpeg
logofilo.jpg